FUGA DAL NATALE A VALENCIA

FUGA DAL NATALE A VALENCIA

Dal 24 al 29 dicembre 2015

 Se avete qualche giorno a disposizione e volete evadere dalla vita quotidiana, Valencia può essere una ottima alternativa.

Giovedì 24 dicembre 2015: Da Pordenone a Monfalcone in treno, poi bus fino all’aeroporto e aereo fino a Valencia. Per arrivare in centro prendiamo la metro e poi direttamente in negozio per ritirare le bici a noleggio. Dedichiamo il resto della giornata alla visita del centro storico. Entriamo da una delle due torri gemelle della città, la torre del Serrano e in breve siamo in Piazza della Vergine dove si trova la fontana del Dio Turìa, il Palau de la Generalitat, simbolo dell’indipendenza valenciana, la cattedrale di Santa Maria con la Porta degli Apostoli, il campanile ottagonale della cattedrale. Poi in hotel che è dislocato vicino alla città delle Arti e della Scienza, una vetrina dell’architettura contemporanea con spettacolari edifici progettati dall’architetto valenciano Santiago Calatrava e dal madrileno Felix Candela. Ormai è buio e gli edifici illuminati sono davvero spettacolari.

Venerdì 25 dicembre 2015: Partiamo con le biciclette verso l’interno della regione, lungo la strada che fu aperta per permettere la comunicazione ferroviaria tra Valencia e Saragozza, una bellissima Via Verde. Un percorso tra coltivazioni di carciofi, aranci, mandaranci, cavoli fino alla cittadine di El Puig dove in centro si trova un imponente monastero. La strada prosegue in riva al mare e in mezzo ad un canneto, un’oasi naturalistica per diverse specie di uccelli fino a Segunto, città famosa per il suo castello, una fortezza medievale sulla collina della Sierra Calderona. Dal Castello si gode di una bella vista sulla città. Il rientro lo percorriamo tra piantagioni di agrumi, belle fattorie ed il Monastero quadrangolare di El Puig. La sera la dedichiamo al Centro di Valencia, animato da sfavillanti luci natalizie. Piazza della Regina, Piazza Ayuntamento con il Municipio e il Palazzo delle Poste, il Mercato Centrale e La Lonja, il palazzo che ospitava la camera di commercio locale, dichiarato patrimonio dell’umanità dall’Unesco. E ancora Piazza del toro, con la bella arena e la Stazione dei treni.

Sabato 26 dicembre 2015: Altra giornata, altra bella escursione in bicicletta. Oggi si va verso il parco dell’Albufera, una laguna poco profonda nella costa mediterranea a sud della città. Possiede un grande interesse eco-ambientale ed è luogo per svernare per molte specie di volatili. Usciamo da Valencia percorrendo un’ottima ciclabile che ci accompagna in un itinerario totalmente pianeggiante tra le campagne da un lato e le spiagge dall’altro fino a giungere alla laguna naturale dell’Albufera in un percorso che attraversa le risaie in un rilassante giro panoramico immersi nella quiete della zone. La sera di nuovo in centro.

Domenica 29 dicembre 2015: L’escursione odierna ci porterà lungo un bel percorso sterrato nel parco fluviale del Turìa che segue il corso del fiume verso le sorgenti in un ambiente naturale molto suggestivo. Attraversiamo dapprima il parco cittadino del Turìa fino alla sua fine alla periferia della città. Da qui attraverso un bel ponte sopraelevato ci addentriamo nel Parco naturale del fiume e da un ponte all’altro arriviamo, immersi nella natura selvaggia, fino alla città di El Palmar, che visitiamo velocemente. E poi ancora fino alle sorgenti del fiume. Da qui ritorniamo facilmente in città lungo la stessa ciclabile, questa volta in leggera discesa. La sera la dedichiamo passeggiando tra gli edifici della città delle scienze.

Lunedì 28 dicembre 2015: L’ultimo giorno lo dedichiamo al centro storico di Valencia. Saliamo anche sul campanile della cattedrale per una vista a 360 gradi sulla città. L’interno del Mercato Coperto e il Palazzo della Lonja. E poi attraverso la colorata periferia valenciana, verso la spiaggia di Malva Rosa, la spiaggia per eccellenza della città dove in riva al mare, vista la splendida giornata di sole e alla temperatura mite, ci rilassiamo degustando la tipica paella. Ritorniamo quindi in centro attraverso la nuova Marina di Valencia e alla città delle Arti con le sue spettacolari costruzioni. E’ tempo di riconsegnare le biciclette e di assaporare ancora un po’ il clima festivo della città.

Martedì 29 dicembre 2015: Attraversiamo per l’ultima volta gli splendidi giardini del Parco del Turja. Al suo interno c’è anche la fermata della metro che ci porta direttamente in aeroporto. Da qui l’aereo per Treviso e il treno fino a casa.
           Video

Related posts

Basilicata Sasso Selvaggio

Basilicata Sasso Selvaggio

Sasso Selvaggio Da Matera alle Piccole Dolomiti Lucane e ritorno, passando per alcuni dei paesaggi più incredibili e meno conosciuti dello stivale. Fino ad arrivare tra boschi e calanchi, dove secondo Carlo Levi Cristo si è fermato. A guardare Per la maggioranza degli italiani...

Pedalando tra il Canal del Ferro Val Canale e la Carnia

Pedalando tra il Canal del Ferro Val Canale e la Carnia

Con partenza dalla piazza di Carnia si pedala fino a  Moggio Udinese si imbocca la Val Aupa, iniziando a risalire l'omonimo corso d'acqua, pedalando sulla tranquilla SP112, che ci porta verso Pradis . Il primo tratto della vallata si percorre facilmente, attraversando...

La meraviglia dei vecchi mulini

La meraviglia dei vecchi mulini

La meraviglia dei vecchi mulini: alcuni sono arrugginiti, ma a Reana lo storico “Segàt” è ancora produttivo Alcuni sono fermi e preda della ruggine, altri girano ancora, anche se soltanto a beneficio degli occhi. I mulini di Reana del Rojale, non sono più il regno di mugnai e fabbri. Con...